Il progetto educativo, a cui l'Associazione Insieme si ispira, è quello condiviso dalle Comunità aderenti al C.N.C.A. (Coordinamento Nazionale Comunità d'Accoglienza),  i cui principi si possono riassumere nei seguenti punti chiave:

Centralità della persona

L'attenzione è rivolta alla persona nella sua globalità, con le sue storie, i suoi contesti e le sue prospettive senza proporre percorsi e metodologie precostituiti, nella consapevolezza che non è mai il singolo intervento a cambiare una persona, ma è sempre un insieme di relazioni che ne permette l'evoluzione.

Il rispetto della persona, della sua storia e del suo evolversi, da una parte non impedisce il riferimento a valori, regole di relazione indispensabili per ogni forma di convivenza e di aiuto e dall’altra guida forme di intervento flessibili, rispettose e umane.

Interventi non settoriali

L’Associazione Insieme non considera il proprio intervento come un servizio settoriale per i singoli problemi, ad esempio la tossicodipendenza: l’impegno è rivolto al superamento delle diverse forme di disagio e di marginalità. Ciò significa tener conto della specificità dei problemi, ma insieme essere consapevoli che le forme in cui quel disagio si manifesta non sono date una volta per tutte. Inoltre vuol dire accogliere la storia e la vita di una persona più che il suo problema.

Libertà di scelta

Si afferma e si garantisce: il rispetto della volontarietà dell'accesso e della permanenza nel programma riabilitativo;  il rifiuto di metodi coercitivi sulle volontà degli individui, accettando i rischi delle libertà personali, preferendo impostare l'opera educativa sul dialogo, la partecipazione, la reciproca correzione, la giusta tolleranza.

Ogni forma di coazione alla volontà dell’individuo, assunta a metodo di intervento, non serve alla maturazione di scelte autonome, non fa che accentuare le difficoltà di comunicazione e di relazione creando i presupposti per un’ulteriore emarginazione. 

Relazione

Come strumento concreto si privilegia la dinamica delle relazioni interpersonali che evolvono nell’esperienza di ogni giorno, accettando appieno la dimensione della quotidianità, della ordinarietà ancorando l’esperienza al contesto socio-culturale ed alla storia del territorio.

Pluralismo

Si afferma il valore del pluralismo, e della laicità rispettando motivazioni e scelte diverse. Ciò significa non imporre il proprio modo di pensare, riconoscere la libertà di coscienza, non operare discriminazioni su presupposti ideologici e confessionali.

Inclusione

Fare proposte “inclusive” significa conoscere ed interpretare la storia e la cultura della gente e del territorio, per individuarne i limiti, ma anche per riscoprire valori e  significati presenti nel patrimonio collettivo. Ciò significa accettare che ogni persona abbia un suo spazio di crescita, rielaborare continuamente l’esperienza non lavorare in spazi chiusi e separati dal contesto sociale

Integrazione

L’Associazione Insieme non accetta le deleghe da parte delle Istituzioni ma colloca il proprio impegno, pur con la propria originalità ed autonomia, all’interno della rete dei Servizi del territorio.

Rete

Il lavoro di rete: il collegamento con  Enti, Associazioni, Aziende, gruppi e singoli impegnati in ogni campo, che abbiano una qualche attinenza o possano fornire opportunità di  supporto, è ritenuto fondamentale per  favorire e consolidare il radicamento sul territorio. Il territorio con i suoi problemi e le sue risorse rappresenta un punto di riferimento obbligato con cui interagire per favorire politiche e pratiche inclusive.