COMUNITA' RESIDENZIALE
per informazioni e richieste
inserimento nel programma:
0558457608
3338338276

Allegati




Il programma residenziale pedagogico riabilitativo “Comunità Poggio Valle”

si rivolge a persone maggiorenni ambosessi dipendenti da sostanze d’abuso, anche in trattamento farmacologico, in carico ai servizi per le tossicodipendenze e alcoldipendenze. E' un programma personalizzato fondato sulla vita di gruppo, la responsabilizzazione, le relazioni interpersonali, la gestione del quotidiano all’interno di una struttura protetta. Si tratta di un percorso graduale per aumentare la conoscenza di sé, la gestione delle proprie emozioni, la capacità di sostenere le responsabilità e la ricerca e valorizzazione delle risorse individuali, dal punto di vista affettivo, professionale e sociale.

Descrizione della struttura

La Comunità di Poggio Valle si trova a Barberino di Mugello, è una casa colonica con una splendida vista sul Lago di Bilancino in una zona collinare circondata da terreni coltivati con olivi e boschi di castagni.

Al piano terra si trova la sala televisione ed una sala con cinque postazioni multimediali, la lavanderia e l'ufficio operatori. Al piano di sopra ci sono le camere da letto, la cucina, la sala da pranzo e il forno a legna. Accoglie fino a 12 ospiti.

Destinatari:

Il programma  si rivolge a persone tossicodipendenti e/o alcoldipendenti maggiorenni ambosessi. Non vi è nessuna preclusione legata alla condizione giuridica, per cui vengono accolti anche individui tossicodipendenti che abbiano ottenuto dalla Magistratura dei provvedimenti alternativi alla carcerazione o in misura cautelare. Si accolgono anche persone immigrate con permesso di soggiorno oppure in possesso di tesserino STP.

Come si accede:

Al percorso si accede attraverso la richiesta o la lettera della persona interessata e con l'invio di una relazione del Ser.T. di appartenenza, quindi si effettuano minimo due colloqui di conoscenza con gli operatori dell’Associazione Insieme.

Tempi:

Il programma è individuale e può avere una durata massima di diciotto mesi. La fase finale del programma  può prevedere per la fase di reinserimento un successivo passaggio al Gruppo Appartamento “Il Pozzino” oppure un accompagnamento ad un graduale ritorno nel proprio territorio.

 Obiettivi:

Sviluppare la capacità di socializzazione.
Aumentare la capacità di gestione e di controllo degli stati d'animo e del senso di responsabilità verso se stessi e gli altri.
Far assumere consapevolezza e dei bisogni sanitari, della situazione familiare, legale e sociale per la definizione di un progetto individualizzato.
Favorire la cura della salute della persona dal punto di vista sanitario e del benessere psico-fisico.
Valorizzare e ampliare le abilità individuali sul piano lavorativo e nell'utilizzo del tempo libero.
Accompagnare in maniera graduale e programmata alla fase di reinserimento nel contesto sociale, familiare e lavorativo.

Metodologia di intervento

La metodologia applicata si ispira alla centralità della persona, con le sue potenzialità, la sua storia, i suoi contesti  rispettando la sua storia e i suoi percorsi, consapevoli che non è mai il singolo intervento, per quanto ben congegnato, a cambiare una persona, ma è sempre una storia di relazioni che ne permette l’evoluzione.

L’azione educativa si imposta sul confronto quotidiano che privilegia la dinamica delle relazioni interpersonali.

Il rifiuto di metodi coercitivi, e la conseguente accettazione dei rischi che le libertà personali comportano il riconoscimento della capacità di autodeterminazione della persona. Non è la regola-sanzione che è posta alla base della relazione, quanto invece il costante richiamo alle responsabilità nei confronti di se stessi e degli altri.

L’accoglienza, la solidarietà, la partecipazione, la non violenza, il rispetto delle differenze, il pluralismo sono i valori su cui si basa la convivenza temporanea nel Programma.

Strumenti operativi

L'accoglienza  per  consentire alla persona di esprimere liberamente le difficoltà e le contraddizioni
La vita di gruppo per sperimentare legami di appartenenza e di identificazione positiva  per  imparare ad esprimere le proprie emozioni, a stare dentro un conflitto. 
La gestione del quotidiano per raggiungere obiettivi di responsabilizzazione e crescita dell'autonomia personale.
La relazione per stare insieme, con pari dignità, ascolto e gratuità, nella diversità e nelle specificità di ciascuno in un rapporto di reciprocità che si evolve nel tempo.
Il lavoro di rete  con il collegamento con Enti, Associazioni, Aziende, gruppi e singoli impegnati in ogni campo per  favorire e consolidare il radicamento sul territorio.
Il lavoro per ritrovare  la possibilità concreta di riconoscersi responsabili  e capaci 
Le norme e i limiti per  promuovere un atteggiamento responsabile nei confronti di se stessi e degli altri.
La  gestione della crisi per apprendere con l’aiuto del gruppo a riconoscere aspetti di fragilità, segnali e situazioni a rischio, e costruire strategie di difesa  e protezione.  
 
Attività svolte

Incontri  bisettimanali di gruppo dove ci si confronta con il “qui ed ora”:gli avvenimenti della quotidianità, i rapporti con gli altri , l’impegno lavorativo;l’aiuto reciproco

Riunione di evoluzione: narrazione della propria storia   ed autovalutazione del percorso valutata nel gruppo
 Incontri sia con l’ospite e con la famiglia (biografia narrata)
Colloqui individuali di sostegno,di  conoscenza di sé ,di rielaborazione e condivisione  dei bisogni affettivi
Incontri con i Ser.T. finalizzati all’individuazione degli obiettivi da raggiungere durante il percorso
Supporto e  accompagnamento per  la regolarizzazione dei documenti di identità e dei permessi di  soggiorno attraverso  contatti  con gli Uffici anagrafe,  i Consolati, gli Sportelli di Consulenza, le Questure 

Attività svolte con gli ospiti

Incontri di orientamento al lavoro con un  bilancio personale e la  definizione dei bisogni formativa
Attività occupazionali congruenti non a scopo di lucro da svolgersi nelle strutture dell’Associazione;
Attività di formazione lavoro: stages, corsi, eventuali borse lavoro (con relativo tutoraggio)
Coltivazione e cura dei terreni adiacenti alla Comunità adibiti ad Oliveta, Marroneta e orto.
Taglio e raccolta legna da ardere.
Manutenzione e gestione della casa e delle strade d'accesso.
Gestione dell'economia domestica attraverso i flussi di approvvigionamento
Corsi di introduzione all'uso del computer e del Web a cura dell' I.S.F. (informatici senza frontiere) 
Oltre alle attività occupazionali e di gestione della casa, agli ospiti vengono proposti laboratori di espressione artistica, teatrale e di animazione, miranti a favorire il benessere personale e a sviluppare capacità comunicative attraverso molteplici linguaggi.